Isuela

Portofino
Una delle immersioni più belle del promontorio di Portofino è sicuramente quella sulla secca dell’Isuela, a circa duecento metri a sud di punta Chiappa. Il cappello arriva a tredici metri e le sue pareti scendono ad oltre cinquanta. La posizione è ben esposta alle correnti, apportatrici di vita ma a volte  fastidiose.

Posizione Isuela


La boa di ormeggio, situata tra la secca ed il promontorio, ci consente di fare un immersione estesa anche alla grotta Gamberi: dalla boa possiamo puntare ad essa, sorvolando a poca profondità la posidonia. Il lato esterno dell’Isuela è sicuramente il più bello, scende fino a quarantacinque metri dove bei gradoni coperti di gorgonie conducono al fondo fangoso sottostante.
 

 Mappa Isuela, grotta gamberi e Isuelina

 

Nelle spaccature vive il corallo rosso ed intorno a noi possiamo vedere pesci di ogni tipo, dalla musdea alla ricciola, inutile fare un elenco chilometrico….
A circa quaranta metri di profondità, sul lato nord-ovest , una sella ci conduce all’Isuelina. Questa secca adiacente ha un cappello ad oltre trenta metri e pareti che scendono alla stessa profondità della sorella maggiore.

La visibilità nella parte più profonda a volte è limitata dalle correnti che portano sospensione passando sul fondale circostante, ma in alto presenta quasi sempre condizioni perfette.

Parete Corallo

Sono possibili diversi percorsi, il primo e più facile permette di puntare dalla boa alla costa con grotta Gamberi e poi limitarsi alla parte alta della secca, il secondo di immergersi lungo la parete esterna e risalire circumnavigandola a spirale e la terza di scendere lato Isuelina per raggiungerla al cappello e tornare poi alla parte alta dell’Isuela. Come esempio l'immersione seguente è sul primo percorso.

Log Isuela

Occorre dunque fare attenzione alla corretta gestione dei consumi, a programmare bene la deco qui quasi inevitabile ed alle già citate possibili forti correnti. 

 

Boa del parco