Calafuria

Livorno
Calafuria, località di immersioni prima a noi sconosciuta, creduta un ripiego è invece veramente interessante: un weekend con visibilità superiore alla media ci ha permesso di comprendere la straordinarietà di questa zona costiera a volte sottovalutata.

Stella serpentina


Siamo immediatamente a sud di Livorno, in un tratto di costa caratterizzato dalle torri medicee di Calafuria e del Boccale, quest'ultima inglobata a fine ottocento in un castello medioevaleggiante. Il fondale di questa zona è costituito principalmente da rocce arenarie, che scendono con gradoni che segnano i vari livelli del mare avuti in passato, altre aree sono state invece formate negli ultimi seimila anni da alghe corallinacee. Ammettiamolo, siamo arrivati senza particolari aspettative all’Antignano Diving Center di Stefano Alessandri: abbiamo invece trovato un esempio di come tutti i diving dovrebbero essere… ma passiamo alle immersioni.

Mappa immersioni


Grotta del grongo

Ancorando sulla punta di una propaggine rocciosa subacquea, a circa dodici metri di profondità, abbiamo vari percorsi a disposizione: noi abbiamo scelto l'interessante parete in direzione nord ed ignorato la grotta. Queste pareti verticali offrono un'immersione facile, con fondo a circa trenta metri e tante cose da osservare. Il corallo rosso fa da padrone e nuvole di castagnole riempiono la visuale. Particolarmente numerosi i saraghi, ma troviamo di tutto, basta osservare con attenzione. Per chi interessa la grotta ha una lunghezza di circa venti metri, un ampio ingresso a ventiquattro metri ed uno più stretto a sedici. Il suo fondo limaccioso richiede attenzione ed un buon assetto, per non sollevare nuvole di fango e togliere la visibilità.

Corallo


L’isola

Vicinissimo allo scoglio del grongo, dove abbiamo ancorato; abbiamo raggiunto con una breve traversata subacquea questo panettone che si alza da un fondo di circa quaranta metri per raggiungere i venti. La parete sud scende lentamente, mentre quella nord verticalmente: ovviamente per noi quest'ultima è la parte più bella. Troviamo quantità sbalorditive di corallo rosso, spugne gialle, aragoste; non mancano nuvole di pesce ed una ricchezza di vita inaspettata. La parete sud offre comunque tante gorgonie in un ambiente ricco di vita. Immersione sorprendente, il confronto con il corallo di altre località più famose è impietoso.

Scorfano


Le gorgonie

Immersione impegnativa, con parete che inizia a trenta metri per raggiungere gli oltre quaranta. Proprio tra i trentacinque ed i quaranta metri troviamo l'esplosione di gorgonie: l'itinerario a questa profondità causa ovviamente lunghe deco da prevedere con cura. Anche qui ricchezza di corallo e pesce, da osservare gli astrospartus sulle gorgonie e numerosi nudibranchi sulle rocce. Purtroppo immaginiamo la difficoltà di questa immersione  con scarsa visibilità, da sconsigliare in questo caso a chi non ha esperienza sufficiente o alti consumi d'aria.

 Astrospartus



Torneremo sicuramente ad immergerci qui,  per ora ricordiamo queste tre belle immersioni con il nostro video.

 

Collegamento Youtube
Clicca per visualizzare su Youtube