Punta delle Secche

Arcipelago Toscano, isola del Giglio
Dirigendoci verso nord dal golfo di Campese, raggiungiamo in breve tempo la punta delle Secche. La nostra meta ha forma rettangolare ed è il prolungamento del promontorio sott’acqua, il cui punto più alto sfiora la superficie a poco meno di due metri.

Posizione punta delle Secche

Mappa Punta delle Secche

Partendo dal biancheggiante pianoro granitico il lato occidentale della secca raggiunge profondità importanti, che a noi non interessano: anche rimanendo nei canonici quaranta metri l’immersione è molto interessante.

Trina di mare


Il lato nord-occidentale scende con lento pendio coperto di massi fino ai quindici metri, poi le pendenze aumentano e grandi rocce accatastate formano coreografiche grotticelle e tunnel. Qualche piccola cernia si fa sorprendere facilmente, troviamo anche numerosi scorfani durante la ricerca della grande roccia coperta da paramuricee, nostra meta di immersione. Non mancano le orate ed i saraghi, abbiamo intravisto anche un gruppo numeroso di barracuda. Tracce di mucillagine non rovinano l'immersione, vista la limitata (per ora) presenza.

Sciarrano


Sorprende anche qui la visibilità in acqua, malgrado il brutto tempo dei giorni precedenti. Questa isola sta superando le nostre aspettative, quello che manca è solo proteggere il mare dalla pesca eccessiva che anche qui sta lasciando il segno. Una protezione simile a quella del Parco di Portofino è sempre più auspicabile...

Logbook Punta delle Secche