Umm Kararim

Fury Shoals, mar Rosso
A sud del porticciolo di Hamata e distante 14 miglia dalla costa, l’immersione di Umm Kararim (o Abu Kararim) è unica e poca  profonda, perfetta quindi come terza immersione della giornata. Kararim in lingua araba significa spaccatura  indicando in questo caso un intrico di fratture che si inoltrano nel reef creando un affascinante labirinto.

La barca ormeggia sempre sul versante sud, dalla stessa raggiungiamo il reef posto a poca distanza entrando dall'apertura principale. La guida ci condurrà in fila indiana nel cuore del reef, percorrendo spettacolari corridoi illuminati dalla luce proveniente dai tagli sopra di noi.

Mappa Kararim


Indispensabile un buon assetto per non sollevare sabbia e non danneggiare  i coralli. La profondità massima è 15 metri, la cosa importante è non perdere il contatto con le pinne di chi ci precede e non seguire gruppi di altre barche….. in questo caso una bussola ci indicherà la strada ed il ritorno dalle aperture sui versanti sud oppure ovest, in quest'ultimo caso basta tenere la parete sulla sinistra per raggiungere il punto d’ormeggio. La parete arriva a 25 metri di profondità, ma è meglio sorvolare i meravigliosi blocchi di corallo duro durante il ritorno.

Arrivando alla barca troppo presto, possiamo allungare l’immersione superando l’apertura iniziale e raggiungendo l'ingresso di una piccola laguna sabbiosa con alcuni blocchi corallini.

In questo mio video del 2004 si può notare uno stranissimo reperto in legno e metallo (ruota? ingranaggio? portello?) del diametro di circa un metro. Sembra la traccia di un affondamento avvenuto in laguna di cui non si hanno notizie, purtroppo negli anni successivi è scomparso.

Video Umm Kararim
Clicca per visualizzare su Youtube

 

Log Umm Kararim